^
INEI

Gli ultimi comunicati

 
 
22/05/2020

Prezzo del caffè al bar, Iei risponde a Codacons: «Non idiozie, ma azioni certe per tutelare un settore strategico per l'economia italiana»

L'Istituto Espresso Italiano scrive una lettera aperta al Codacons: “Altro che lauti guadagni,  il prezzo del caffè al bar in Italia è tra i più bassi e meno remunerativi di tutta Europa”.  Morello (presidente Iei): «crediamo che il barista abbia tutto il diritto a fissare il prezzo del caffè nel suo locale e che tazzine di maggiore qualità debbano essere valorizzate con prezzi adeguati»    
 
20/05/2020

Prezzo del caffè al bar: il codacons gioca sulla pelle del barista

L'istituto espresso italiano dissente dalle osservazioni mosse dal codacons in merito all'aumento del prezzo del caffè al bar nella fase 2.  Nella stragrande maggioranza dei paesi europei una tazzina di caffè costa più che in Italia. Da una indagine di YouGov il consumatore italiano è persino disposto a pagare di più una tazzina di espresso italiano pur di berlo in sicurezza al bar.   Morello (presidente IEI): «Inaccettabili le dichiarazioni del Codacons, a rischio la sopravvivenza di molti baristi»
 
04/05/2020

Fase 2: gli italiani vogliono tornare al bar

Una indagine esclusiva dell'Istituto Espresso Italiano (IEI) e Yougov mette in evidenza il sentiment del consumatore italiano che è persino disposto a pagare di più una tazzina di espresso italiano pur di tornare in sicurezza. Nel giorno della ripartenza della Fase 2 con la riapertura dei bar con il take away e il delivery, l’Istituto Espresso Italiano mette in luce come stia evolvendo il rapporto tra consumatore italiano e bar, tra rito del caffè e della colazione e voglia di tornare a farla in sicurezza, anche pagando di più il costo della tazzina. Morello (presidente IEI): «Un momento delicato, ma che stiamo affrontando con la massima attenzione per gli imprenditori e per il consumatore finale»